L’ultima fissazione

Dovrei far parte dei Ciambellonisti Anonimi: “Salve, il mio nome è Monica e faccio un ciambellone alla settimana”.
Agli altri racconto che lo faccio per mio marito, che poverino è viziato perché la mamma lo ha cresciuto col ciambellone fatto in casa tutti i giorni per colazione.
La cosa peggiore è che lo racconto pure a me stessa, che questa è la ragione per infornarne cosí tanti.
La realtá peró è che il marito è in grado di fare la top 10 delle crostate ma del ciambellone gliene frega poco. Una breve analisi dei miei ritagli da giornaletti e riviste rivela che io invece sono sempre alla ricerca di nuove ricette, nuovi ingredienti, nuovi sapori e, recentemente, anche nuove forme.
E la colpa è degli Stati Uniti, perché in Italia uno stampo da torta è solo uno stampo da torta, e che diamine!
Invece qui gli stampi hanno tutte le forme e le dimensioni: rotondi, quadrati, per plum cake, per ciambella, per ogni stagione e per ogni occasione.
Voglio dire, mica vorrete fare la torta alla zucca nello stampo non abbinato?!? Oppure il plumcake al limone in uno stampo qualunque?!? Sarebbe follia, no?

E cosí, nel tentativo di dare una giustificazione economica alla cifra spesa per gli stampi (questa sí, follia!), adesso faccio anche piú ciambelloni di prima.
Il lato positivo è che mi sono imbattuta in in paio di ricette che sono seriamente in competizione per il titolo di “Miglior ciambellone di tutti i tempi”.
Non esiste un simile titolo? Be’, dovrebbe esistere, come pure l’associazione Ciambellonisti Anonimi!

Non c’è bisogno di cambiare niente, il ciambellone è perfetto cosí: morbido ma consistente, né secco né unto.
Ho anche provato delle piccole variazioni (farina integrale invece della 00, oppure aroma d’arancia invece che vaniglia) ed erano buone come l’originale.

CIAMBELLA

Ingredienti:
3 uova
1 1/4 tazza zucchero
2 1/4 tazze farina
1/2 cucchiaino sale
2 cucchiaini lievito
1 tazza panna
1 cucchiaino estratto di estratto di vaniglia
NB: Per non intaccare la perfezione della ricetta, non ho fatto le equivalenze tra le misure USA e quelle nostrane: investite in un set di misurini!

Istruzioni
Accendere il forno a 180°C.
Sbattere le uova con lo zucchero fino a che saranno spumose, poi aggiungere la farina, il lievito ed il sale, e mescolare. Infine aggiungere la panna e l’estratto di vaniglia, e mescolare bene.
Imburrare ed infarinare uno stampo da ciambellone.
Versare l’impasto nello stampo ed infornare per 35 minuti, finché il ciambellone non comincia a staccarsi dalle pareti dello stampo ed il centro é ben fermo. Non stracuocere.
Dopo averlo estratto dallo stampo, spolverarlo con zucchero a velo.

PS: Se, come me, siete stati un po’ maldestri e frettolosi nella fase di imburramento ed infarinamento dello stampo, vi ritroverete delle piccole imperfezioni sulla superficie della torta. Niente panico: per nasconderle, metteteci sopra uno strato della vostra glassa preferita invece dello zucchero a velo.
E la prossima volta, usate un colino per infarinare lo stampo imburrato.

Nordic Ware Heritage Bundt Pan, aka “The Swirl”

Advertisements

Orecchiette / Comments

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s