Racconto di due torte / prima parte

La prima volta che ho messo piede in Canada era il Giorno del Ringraziamento americano del 2012.
Un giorno, mentre aspettavo in fila al supermarket, ho preso in mano il numero di novembre della rivista Martha Stewart’s Living, attratta dalla promessa dietro il titolo “Torte & contorni PIU’ il massimo per la cena del Ringraziamento”.
Naturalmente, quando abbiamo organizzato il nostro primo pranzo del Ringraziamento, non abbiamo usato neanche una ricetta… ma io sono sempre molto contenta di aver comprato quella rivista, per via delle torte.
Ci sono almeno 10 ricette che voglio provare, e voglio raccontarvi delle 2 che ho già provato.

Oggi tocca alla prima, che è una classica apple pie, ma non così classica, dal momento che dentro ci sono anche le pere, e che la frolla (che frolla non è, non essendoci uova) è arricchita dalle noci.
Era ottima, e la “frolla” era così perfetta che ho buttato via la vecchia ricetta, perchè giuro che non farò mai più un’altra apple pie senza usare questa pasta!

IMG_8958

APPLE & PEAR PIE WITH WALNUT CRUST

Pasta “frolla”:
230 gr farina
40 gr noci (ridotte in farina)
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale
125 gr burro, a temperatura ambiente
da 80 a 125 ml di acqua fredda di frigo

Ripieno:
3 mele Granny Smith
1 pera Abate, matura ma non sfatta
succo di mezzo limone
130 gr di zucchero
1 pizzico di sale
60 gr burro
2 cucchiai farina
1 bacca di vaniglia o 1 cucchiaino da caffè di estratto di vaniglia

Istruzioni:
Mettere in una ciotola un po’ capiente tutti gli ingredienti solidi, poi aggiungere il burro morbido a pezzetti e lavorare brevemente con le dita fino ad ottenere delle briciole un po’ grossolane. A questo punto aggiungere l’acqua gelida poco per volta fino ad ottenere l’impasto (può anche non servire tutta l’acqua, o ne può servire di più: in tal caso aggiungere un cucchiaio alla volta, finchè la pasta non è legata, ma non troppo appiccicosa).
Dividere l’impasto in 2 e stenderlo in 2 dischi di circa 20 cm di diametro. Incellophanarli e metterli in frigo per un 3/4 d’ora.
Sbucciare e tagliare in pezzettoni le mele e la pera, e metterle in una ciotola assieme al succo di limone, allo zucchero e al sale. Se avete l’estratto di vaniglia aggiungetelo, se usate la bacca: incidetela per il lungo e raschiate i semi nella ciotola (la bacca mettetela nel rum per farvi l’estratto di vaniglia per la prossima volta!)
Mettere il burro a fondere in una pentola, poi aggiungere la frutta e saltarla in padella a fuoco alto per 5 minuti, girando spesso. Poi abbassare a fuoco medio e cuocere per altri 5 minuti. Infine aggiungere la farina e cuocere per un altro minuto. Fate raffreddare.
A questo pto accendete il forno a 220°C. Mentre aspettate che si porti a temperatura, tirate fuori dal frigo i dischi di pasta.
Stendetene uno in modo da ricoprire il classico stampo da pastiera da 20 (max 22) cm, lasciando i bordi un po’ abbondanti. Bucherellate il fondo con la forchetta poi versateci dentro la frutta.
Stendete l’altro disco ed arrotolatelo sul mattarello, per poi srotolarlo sulla frutta: sigillate facendo un bel bordo, fintamente rustico. Con un coltello affilato, fate 4 o 6 tagli a spicchio sulla superficie della torta, per consentire al vapore della frutta di uscire dalla torta senza farvi delle antiestetiche crepe sulla superficie della torta.
Se vi piace, a questo punto potete spennellare con l’uovo e spolverare con lo zucchero in cristalloni.
Infornate per 15 min a 220°C, poi abbassate a 190°C e continuate a cuocere finchè la torta non è bella dorata, ci vorrà circa un’ora.

IMG_8961 compressa

Se invece del “coperchio” liscio, volete fare il disegno a quadratoni che ci ho fatto io sopra, sono certa che troverete le mie istruzioni assolutamente incomprensibili.
Io ve le scrivo lo stesso, però vi consiglio di guardare anche su youtube come si incrociano le strisce della crostata.

La teoria è quella solo che qui ci sono solo 3 strisce (numero non buono) e che la superficie è tutta coperta.
Allora: dovete stendere il disco superiore (il “tappo”) e ritagliare 4 strisce da circa 6-7 cm.
Posate sulla torta le 3 strisce verticali e sistematele di lunghezza.
Poi ripiegate a metà su se stessa la striscia centrale verticale, e posate la striscia centrale orizzontale e riabbassateci sopra la striscia centrale verticale.
Fate due incisioni sulla striscia continua in superficie a fare 3 quadratoni.

Orecchiette / Comments

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s