A tutto salmone

Quando sono arrivata qui, ero disperata per la scarsezza di pesce: circondata da trota e salmone… neanche mi piace il salmone!
Ma uno deve trarre il massimo da ogni situazione, no?
Il mio pazientissimo marito ha cominciato ad abituarmi al salmone, cucinandolo in modi nuovi: al cartoccio con zenzero fresco e cumino oppure in padella con aglio e aneto… ed ha funzionato!
E’ stato con la massima sorpresa che mi sono ritrovata io a dirgli “sai, lo potremmo fare con la panatura al pistacchio, come fanno il tonno da Le Bon Bock“, un posto dove andiamo spessissimo a Roma.

IMG_8625_C
Più facile a farsi che a dirsi!
Servono solo filetti di salmone, una manciata di pistacchi, uno spicchio d’aglio e un cucchiaio di mostarda di Digione.
Per prima cosa salare e pepare i filetti.

IMG_8614 _C
Poi tritare i pistacchi piuttosto grossolanamente ed aggiungere aglio schiacciato (inventore dello schiaccia-aglio santo subito!) e la mostarda, ad ottenere una pasta da spalmare uniformemente sui filetti.
Infine sistemare i filetti su una teglia ricoperta di carta da forno e coperta con alluminio, in modo che i pistacchi non si scuriscano.
20 minutes al forno a 180°C et voilà, è già pronto!
Lo potreste fare anche in padella, coperto a fuoco medio-basso sempre per 20 minuti, ma diciamo che l’aroma vi accompagnerebbe per un bel pezzetto!

Con gli avanzi di salmone (circa 150 gr), abbiamo fatto la pasta ovviamente! Siamo Italiani, dopotutto…

IMG_8632_C
Servono solo una ventina di pomodorini ciliegini, uno specchio d’aglio e prezzemolo fresco.
Se state leggendo in italiano, lo sapete come si fa la pasta, quindi mettete su la pentola con l’acqua.
Nel frattempo, scaldate l’olio in un saltapasta e fate rosolare uno spicchio d’aglio che poi eliminerete.
Abbassare il fuoco ed aggiungere i pomodorini tagliati a metà: salare e cuocere per circa 10 minuti. Opzionale: gli estimatori del piccante a questo punto potrebbero mettere nella padella anche un peperoncino.
Per ultimo, aggiungere il salmone tagliato a striscioline e cuocere per pochi minuti. Spegnere e condire con un po’ di pepe.
A questo punto, l’acqua dovrebbe stare per bollire, quindi lessate la pasta.
Noi abbiamo usato le conchiglie che si sono rivelate perfette perchè i pezzetti di salmone e i pomodorini spontaneamente ci si infilavano dentro. Immagino che anche con le farfalle di potrebbero raggiungere risultati soddisfacenti, mentre vi sconsiglio i formati lunghi, in quanto il salmone si spezzetta ed è praticamente impossibile mangiarlo insieme agli spaghetti.
Scolate la pasta e mescolatela con il condimento. Completate aggiungendo un generoso pizzico di prezzemolo ad ogni piatto.

Tutto il menu si fa in 40 minuti scarsi.

Orecchiette / Comments

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s