Gemellaggio Italo-Canadese

IMG_8396E’ da un mese abbondante che vivo a Fort McMurray, Alberta, Canada… non tengo il conto preciso dei giorni, fa tanto Alcolisti Anonimi… o detenuti ad Alcatraz, no??

La colazione di ieri mattina è stata un tentativo fusion tra la colazione italiana (cappuccino e cornetto) e quella nordamericana… almeno per come si vede nei films!
Dalla colazione italiana è stato preso il cappuccino (andando per esclusione, che volendo prendere un cornetto, qui a Fort Mac non esiste un posto dove comprare dei croissant decenti… o almeno noi non l’abbiamo ancora trovato!).
Come esponente della cucina nordamericana abbiamo scelto i pancakes con sciroppo d’acero, che penso sia il souvenir più esportato del Canada.
Per quanto riguarda i pancakes, ho usato il mio metodo abituale: cerco varie ricette, le confronto e tiro fuori una specie di media sugli ingredienti e sulle rispettive quantità… poi, a seconda dell’edibilità del risultato, la ricetta viene trascritta sul ricettario oppure cestinata.
Quindi ho frugato il web alla ricerca della ricetta perfetta: di solito comincio con il sito di Gourmet che è davvero un ottimo punto di riferimento per la cucina a stelle e strisce.
Nel caso dei pancakes, ho scoperto che le ricette si somiglianoun po’ tutte: quella che segue è la ricetta di Martha Stewart.

BUTTERMILK PANCAKES

Ingredienti per almeno 12 pancakes da 12 cm di diametro
2 cups farina (sono circa 240 gr)
2 tsp lievito
1 tsp bicarbonato di sodio
1/2 tsp sale
3 Tbsp zucchero (sono circa 50 gr)
2 uova
3 cups buttermilk (latticello) (sono circa 750 ml)
4 Tbsp burro, fuso (sono circa 60 gr) più un po’ per imburrare la piastra o la pentola.

Mescolare tutti gli ingredienti in polvere e poi aggiungere le uova, il buttermilk e il burro.
Martha Stewart si raccomanda tanto di non mescolare eccessivamente l’impasto altrimenti ne va della fluffyness dei pancakes.
Riscaldare una piastra liscia (il testo romagnolo sarebbe l’ideale, ma qui siamo riusciti anche con una volgare pentola antiaderente) e versarci sopra con un mestolino di pastella. NB: se la padella consente di fare più pancakes alla volta, il successivo mestolino deve essere versato almeno a 3-4 cm dal precedente.
Quando la superficie è piena di bolle e il bordo è asciutto (cioè dopo un minuto circa) è ora di girare il pancake e cuocere per un altro minutino.
Man mano che i pancakes sono cotti, teneteli in caldo e poi serviteli con un paio di cucchiai di sciroppo d’acero.

Sembra facile ma non è! Quello che ho imparato bruciando le prime 4 frittelle è che:
1) la temperatura della padella dev’essere alta sì, ma non altissima, quindi dopo che la padella si è scaldata e prima di mettere la prima frittella abbassare a fuoco medio.
2) il mestolino dovrebbe essere da circa 100 ml, non di più
3) cercare di versare la pastella in modo che lo spessore non sia eccessivo, altrimenti il pancake non si cuoce internamente nel tempo che si brucia esternamente!

Come si dice da queste parti… enjoy!

IMG_8399

One response to “Gemellaggio Italo-Canadese

  1. Pingback: Buttermilk scones | ricottaforte·

Orecchiette / Comments

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s